Intervista alla cantante Er4ica Molinara, famosa Youtuber Ninfea ASMR

Erica Molinari / Ninfea ASMR – intervista completa

Per la rubrica “L’artista nudo e crudo”, oggi facciamo una chiacchierata con Erica Molinari / Ninfea ASMR. Cantante, YouTuber, esperta di ASMR, scrittrice. L’eclettica artista si racconta in questa (insolita) intervista. Sei pronto? Si parte!

Ciao Erica, grazie per la disponibilità. Con questa chiacchierata vogliamo entrare nel tuo mondo artistico (e non solo) per conoscerti meglio e scoprire tutto di te: la tua musica, curiosità e aneddoti, sogni e progetti. Pronta a metterti a nudo?
Ok, partiamo 😉

Intervista a Erica Molinari / Ninfea ASMR: cantante e youtuber

Chi sei (diccelo come se stessimo giocando a nomi / cose / città)
Nome / Città / Mestiere / Pianta / Frutto / Animale / Oggetto / Colore / Cibo Poi aggiungi qualche parola in più, va 😀

Erica / Milano / Cantante / Avocado / Albicocca / Tartaruga / Microfono / Fuxia / Sushi

Spero di aver capito bene il gioco, nonostante l’originale “nomi, cose e città” volesse solo parole con la stessa iniziale, ma non avrei saputo scegliere un colore con la E che mi piacesse davvero! 😉
In questo caso, mi sono mantenuta a metà strada tra ciò che preferisco e ciò in cui mi identifico, in qualche modo.

Piccola nota curiosa sull’avocado: l’ho scelta come pianta perché a partire dalla scorsa primavera ho iniziato a coltivare gli avocados da seme e, ad oggi, ho praticamente una piantagione sul balcone.

Il microfono invece l’ho scelto perché unisce due delle mie più grandi passioni: il canto e l’ASMR. È un po’ il mio strumento di lavoro a 360°!

La cantante Erica Molinari si confessa in questa intervista per MRadio Magazine

Formazione / background (Hai studiato, sei un figlio d’arte oppure vieni anche tu dall’università della vita? Siamo curiosi di scoprire come sei giunto fin qui)

Dopo il diploma di maturità scientifica ho cambiato completamente rotta e ho scelto di seguire due strade parallele: l’Università e gli studi musicali.
Ho conseguito la triennale in Scienze umanistiche per la Comunicazione (a indirizzo spettacolo) e poi la magistrale in Scienze dello Spettacolo. Un percorso bellissimo che rifarei mille volte.

Invece, per quanto riguarda la musica, mi sono diplomata in Canto all’Accademia di Musica Moderna di Milano dopo cinque anni di percorso.

Insomma, ho cercato di mettere il massimo impegno nella mia preparazione e, a posteriori, posso affermare che sono stati anni ben spesi. 🙂

Cosa fai (diccelo come se fossi il protagonista di una serie TV. Come sono organizzate le tue giornate, quali le tue abitudini e le manie? Ah, e non dimenticarti di dirci di cosa ti occupi, eh :P)

Per rispondere a questa domanda, visto che faccio parte -purtroppo!- di una delle categorie più colpite da questa pandemia, provo a fare un piccolo rewind al 2019, anno che mi dà la possibilità di raccontare cose decisamente più interessanti!

Proprio nel 2019 sono entrata in una cover band piuttosto famosa nel nord Italia, gli iPop, con i quali suonavo dal vivo continuativamente più volte a settimana. Come anticipavo all’inizio di questa risposta, purtroppo l’attività live al momento ha subito un arresto forzato, ma torneremo a calcare i palchi non appena tutto sarà tornato alla normalità.

Nel frattempo coltivo il mio canale Youtube “Ninfea ASMR”, che sta crescendo e mi sta regalando tante soddisfazioni, ma soprattutto mi dedico alle altre mie passioni creative.

A giugno 2020 ho pubblicato il mio primo romanzo, “Nella stessa rete”, e sul lato musicale sto scrivendo alcuni inediti… insomma, tutte le mie passioni ruotano attorno alla creatività!

Il tuo lavoro migliore (avanti, sii onesta: lo sappiamo che anche tu hai un progetto del cuore. Siamo curiosi di scoprire qual è)

I lavori che mi stanno a cuore sono due e non riuscirei a stilarne una classifica, perché sarebbe come scegliere tra la pasta e la pizza! 😀

Si tratta del mio primo album, “Lost in Tales”, che ho realizzato con il progetto Capolinea 24, la band che ho fondato insieme al mio compagno chitarrista Angelo Mazzeo. Le canzoni sono tutte farina del nostro sacco e il genere è un classic rock semplice e diretto, che richiama volutamente le sonorità anni ’80 dei classiconi del genere.
È un album in cui abbiamo convogliato tutto l’entusiasmo e l’amore che nutriamo per la musica.

Erica Molinari cantante del duo rock Capolinea 24

L’altro pezzo di cuore è appunto il mio romanzo “Nella stessa rete”… durante il primo lockdown ho ripreso un’idea che avevo in testa dal lontano 2015 e ho finalmente messo su carta quella storia e quei personaggi che, fino a quel momento, esistevano solo nei miei pensieri.

Quello che, invece, oggi faresti diversamente (sii onesta, di nuovo 😀 qual è il progetto che, oggi, gestiresti in maniera completamente diversa? Ti va di dirci perché?)

Paradossalmente sempre il disco.
Sono assolutamente soddisfatta di tutta la parte artistica, dalla creazione alla produzione finale, ma avrei dovuto gestirne meglio la promozione.

Sono molto più portata nella comunicazione quando si tratta di lavori altrui, rispetto a quanto non riesca a fare con una mia “creatura”, perché subentra quella parte del mio carattere che mi spinge a tenere un basso profilo. Non so nemmeno spiegare perché ho la tendenza a sminuire quelli che sono le mie soddisfazioni e i miei traguardi!

Di certo oggi so che un artista deve anche sapersi vendere con la giusta dose di faccia tosta, anche a costo di dover lavorare a lungo su se stessi e sui propri limiti caratteriali.

Il tuo punto forte e il tuo tallone di Achille (perché siamo tutti bravi a fare i fighi della situazione, ma sono quelli davvero caxxuti si conoscono e usano i punti deboli a proprio vantaggio 😉 )

Il mio punto forte è la tenacia. Sono una persona estremamente paziente e non getto la spugna facilmente. So che qualsiasi progetto ha bisogno di tempo per crescere e non mi aspetto che la strada sia sempre lineare.

Il mio più grande difetto, riprendendo il discorso della domanda precedente, è proprio che non mi so “vendere” e non riesco a essere incisiva con le persone che potrebbero avere un ruolo importante nel mio lavoro artistico, cosa che inevitabilmente mi preclude alcune possibilità e rallenta un percorso che forse potrebbe essere un po’ più lineare. Ma ci sto lavorando!

Un aneddoto / dietro le quinte che solo tu conosci e non racconteresti mai (tranne oggi) – fai finta di essere di fronte a un bicchiere di [aggiungi il nome di una bevanda – alcolica – a caso e andremo d’accordo] e confidaci il tuo aneddoto più segreto 😀

Già il fatto che io sia astemia fa ben capire come questa domanda parta male sul nascere. Nel bicchiere versiamoci un moscatino dolce, che magari qualche goccia riesco a mandarla giù… ok, questo non giova certo alla mia immagine di rocker, ma tant’è!

Però ho un aneddoto che ancora mi fa sorridere, nonostante risalga a parecchi anni fa.
Ero appena entrata come cantante in una band già piuttosto avviata e mi era stato detto di studiare alcuni pezzi che non conoscevo per nulla.
Casualmente nella settimana precedente alle prove avevo avuto una delle sessioni di studio più impegnative di sempre e mi ero ridotta a preparare i brani al pomeriggio per la sera. Inutile dire che sono arrivata in sala prove con un’idea solo vaga e confusa di ciò che avrei dovuto cantare.
Beh… il commento dei ragazzi alla fine della serata è stato “Caspita, che belle personalizzazioni… ci hai proprio messo il tuo tocco!”.
Non ho mai avuto il coraggio di confessare loro che le mie personalizzazioni erano un “Non ho idea di come faccia la melodia!”.

L’incontro che ti ha cambiato la vita e perché – modalità gossip avviata 😀

Sicuramente con il mio compagno Angelo Mazzeo, perché abbiamo intrapreso uno splendido cammino di vita e artistico insieme.
Non a caso il nome Capolinea 24 è stato scelto perché il capolinea del tram numero 24 di Milano si trovava a metà strada tra casa mia e casa sua quando ci siamo conosciuti.

Era abbastanza gossippara come risposta?

L’artista con cui affronteresti volentieri 3 mesi di lockdown e perché (ohi, pensaci bene ché 90 giorni di reclusione – come sappiamo – sono tosti da reggere)

Non è una domanda facile, anche perché devo scegliere qualcuno che mi sembri anche caratterialmente equilibrato… tre mesi sono tanti!! Per quanto io ami il rock, non credo reggerei il ritmo di un Mick Jagger o di un Axl Rose.

Una persona che mi sembra divertente è Elettra Lamborghini e, chissà, forse potrebbe insegnare l’arte del twerk anche a un tronco come me, però non sono ancora convinta sia la scelta giusta!

Vado sul mio idolo di quando ero piccola: deciso, 90 giorni con Laura Pausini!

Intervista a Erica Molinari: cantante, scrittrice, youtuber di Ninfea ASMR

Ti regaliamo 3 stelle cadenti (di quelle serie, eh! Quelle che, se esprimi un desiderio, poi vai tranquillo che si realizza al volo). Quali sono i 3 sogni che vorresti raggiungere quest’anno?

Non è un trucco, vero? Dicono che se il desiderio viene palesato non si realizza più!! 😉
Fidiamoci e consegniamo alle stelle i desideri/obiettivi del 2021…

  1. Riuscire a terminare il mio secondo romanzo.
  2. Veder crescere il mio canale ASMR in modo un pochino più veloce.
  3. Pubblicare e avere successo con un singolo che ho nel cassetto… per una volta la penso in grande, oh!

Prima di salutarci, ti va di lasciarci la tua citazione preferita? Quella che ti senti meglio addosso e racchiude un pezzo di te?

“Non ti arrendere mai. Di solito è l’ultima chiave del mazzo quella che apre la porta”. – Paulo Coelho

L’intervista a Erica Molinari / ninfea ASMR: cantante e youtuber

A noi Erica piace moltissimo 🙂

Se vuoi conoscerla meglio, ecco dove puoi trovarla:

TI PIACCIONO LE INTERVISTE DI MRADIO MAGAZINE?

Non perdere nessuna uscita del nostro magazine. Raggiungici sulla nostra pagina Facebook 😉

Ti aspettiamo, in MRadio. Buona musica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *